Enter your keyword

Mostra personale di pittura alla “MAG” Mediolanum Art Gallery

Mostra personale di pittura alla “MAG” Mediolanum Art Gallery

Mostra personale di pittura alla “MAG” Mediolanum Art Gallery

Mostra personale di pittura alla “MAG” Mediolanum Art Gallery 10 /02 / 2017

La “MAG” Mediolanum art gallery apre oggi le porte alle personali. In occasione della visita dei soci del Guggenheim di Venezia e di New York, il direttore della galleria Giorgio Gregorio Grasso, mi ha invitato per l’occasione ad esporre le mie opere che sono state visionate dagli stessi soci del Guggenheim.

Sotto l’esperta guida del prof. Grasso le persone partecipanti all’inaugurazione, sono state guidate alla comprensione dei contenuti pittorici e della “Frammentazione” tecnica messa in atto per realizzare le opere.

Ho avuto anche il piacere della visita di William Tode, ex direttore degli Uffizi di Firenze degli anni 60/70, esso stesso artista, è lui che ha restaurato la pala d’altare della “Madonna del Parto” di PIERO DELLA FRANCESCA.

Il suo apprezzamento è stata un’ulteriore conferma alla validità dei miei lavori che nel visionarle ha voluto scrivere e leggere pubblicamente un saggio, che riporto, dove esprime tutta la sua ammirazione.

Di WILLIAM TODE

Carissimo Patrizio,

ho potuto ammirare dal vero le tue splendide opere, dopo averle conosciute nella tua monografia che mi hai dedicato.

Dire che sei un artista di raffinata sensibilità è qualche cosa di scontato, ma dirti che hai alcune opere di altissimo lignaggio, che ti ho commentato, soprattutto quella che mi riporta alla mente la cultura assira, per l’archetipo figurativo dell’immagine tipicamente delineata di profilo, memoria egizia e minoica micenea.

I tuoi dipinti esaltano la materia, consumata dal tempo, usura della memoria è, quel “tre” magico, con il suo biancore calcinato, messaggio di eternità universale, comune a tutte le culture.

Altri momenti di poetico tardoromantico che mi riporta a certe atmosfere struggenti di un Robert Delaunnay, con le sue supreme armonie edonistiche e sature di abbandoni orgici.

Ti ringrazio Patrizio dell’emozioni che mi hai donato, cerca, però, ogni giorno, di vivere coerentemente la tua poetica “Astratta” memoria di antico, sempre avanti verso l’infinito.

Il tuo William Tode