Enter your keyword

Mostra Personale a Firenze in Palazzo Panciatichi – Mostra: INNOCENZE VIOLATE

Mostra Personale a Firenze in Palazzo Panciatichi – Mostra: INNOCENZE VIOLATE

Ho avuto il piacere di avere il Prof. Carlo Pepi a presenziare questa mostra. Abbastanza curioso come tutto accadde. Un giorno, tempo fa, ricevetti una telefonata :” Sono Carlo Pepi  (testuali parole),la chiamo perchè un mio carissimo amico, ( Virgilio Luvisotti)che ringrazio tutt’ora per avermi introdotto al professore)… mi ha parlato di lei e mi ha chiesto di presentarle la mostra, ma le dico che se i suoi lavori non mi piacciono io la mostra non gliela presento! E’ stato molto diretto e schietto senza tanti fronzoli. Devo dire che la cosa pur stupendomi mi ha fatto molto piacere! Finalmente qualcuno che agisce per pura passione per l’arte, che non si vende ne fa le cose solo per far piacere a qualcuno fosse anche un suo carissimo amico. Credo di aver incontrato una delle persone più genuine, “ Lei è una persona che mi piace” gli dissi,  “è una persona che da pane al pane e vino al vino, verrò da lei a presentargli il progetto con un paio di opere, sarà un piacere conoscerla”. Mi è andata bene gli son piaciute sia le opere che il progetto! Credo che il prof. Pepi debba essere considerato come patrimonio dell’umanità. Possiede circa 20.000 opere fra studi preparatori bozzetti ed opere, che vanno principalmente dai macchiaioli al contemporaneo. La sua abitazione è un luogo di pellegrinaggio, comitive di persone vanno da lui in visita per vedere e ascoltare le sue conoscenze e realizzazioni nel campo dell’arte. Rabdomante nel riconoscere il vero dal falso, è lui che ha fatto chiudere la mostra di Modigliani a Genova per i falsi esposti, è lui che disse “ le teste trovate in Arno, che tutti gli esperti attribuirono ad Amedeo Modigliani, sono falsi” E tanto altro ancora. Sappiate che chiunque volesse conoscerlo e visitare le sue opere basta contattarlo prendere un appuntamento e lui sarà felice di accogliervi.

Tornando alle Innocenze violate, ho voluto chiudere la mostra con quattro angeli per alleggerire la tensione che la mostra crea. Ancora due anni fa quando in Palazzo Medici Riccardi presentai un’ANTOLOGICA che partiva dalle “INNOCENZE VIOLATE”, mi avvicinò una signora notevolmente emozionata, era in lacrime, mi disse “lei è l’autore?”.….  testimone del fatto  fu Giorgio Gregorio Grasso che stupito mi disse “se me lo avessero raccontato avrei avuto difficoltà a crederci, ma l’ho visto con i miei stessi occhi!….